Utilizzo del quadratino di riempimento

Un primo utilizzo del quadratino di riempimento ci consente di duplicare sulle celle contigue il contenuto della cella attiva.

Provare ad inserire un contenuto in una cella e poi, dopo essersi posizionati sul quadratino di riempimento, trascinare a destra o verso il basso.

Ma l’utilizzo più interessante del quadratino di riempimento consente di generare nuovi contenuti:

  • Provare, innanzitutto, ad inserire il numero 1 in una cella e trascinare verso il basso il quadratino di riempimento. Il numero 1 verrà duplicato.
  • Provare ad eseguire la medesima operazione tenendo però premuto il tasto “Ctrl”. In questo caso verrà generata una serie di numeri dall’1 in poi.
  • Provare a trascinare il quadratino di riempimento dopo aver inserito in una cella i seguenti contenuti (senza virgolette):
    “Gennaio”; “Lun” “Reparto 1” “Lug”  “Giovedì”
  • Provare ad inserire in due celle contigue, ad esempio, “Gennaio” e “Marzo”, poi selezionarle e trascinare il quadratino di riempimento;
  • Utilizzare il quadratino di riempimento per cancellare alcune celle: o selezionare le celle da cancellare; o trascinare il quadratino di riempimento verso le celle selezionate.

Creazione e memorizzazione di elenchi personalizzati

Particolarmente interessante poi è la possibilità di creare elenchi personalizzati. Immaginiamo per esempio di dover riprodurre spesso un elenco di nomi di una determinata organizzazione.

Possiamo creare a tale scopo un elenco personalizzato in modo tale che, digitando solo il primo elemento, Excel possa completarne la scrittura mediante trascinamento del qdr.

Gli elenchi personalizzati vengono creati con due differenti modalità. La prima è senz’altro la più probabile. All’ennesima riscrittura degli stessi dati potremmo, per esempio, decidere di memorizzarli definitivamente in un elenco personalizzato.

Vediamo come procedere, immaginando di disporre dell’elenco dei dipartimenti dell’Università di Udine:

In questo foglio sono elencati i nomi dei dipartimenti. Vogliamo memorizzare detto elenco per generarlo quando necessario mediante l’utilizzo del quadratino di riempimento.

Dopo questa operazione potremo scrivere in una cella qualsiasi uno degli elementi presenti in elenco e trascinare il qdr per compilare le righe rimanenti.

Per prima cosa, selezioniamo tutte le celle che vogliamo importare; successivamente apriamo il menu Strumenti e scegliamo il comando “Opzioni”, e clicchiamo sulla linguetta della scheda “Elenchi” per renderla attiva:

Come si può notare nella parte in basso della finestra appare l’intervallo contenente i nomi dei dipartimenti precedentemente selezionato.

A questo punto, dopo aver cliccato sul pulsante “Importa” l’elenco apparirà nel riquadro “Elenchi personalizzati”:

Concludere l’operazione premendo il pulsante “OK”.

Come si accennava in precedenza, un metodo alternativo per immettere elenchi personalizzati consiste nell’aprire la scheda “Elenchi”, cliccare su “NUOVO ELENCO” e digitare nella parte destra della finestra i nuovi contenuti:

Per memorizzare l‘elenco basterà cliccare su “Aggiungi” e poi su OK.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *